Il problema del numero civico nelle app di navigazione

Quando progetto app e siti per la navigazione, cerco sempre di fare in modo che le ricerche degli utenti siano sempre veloci, efficienti e corrette.

Per esperienza, anche come utente finale, la ricerca dell’indirizzo è un momento molto critico nell’utilizzo di queste app per due motivi:

1) Errori di digitazione causati dai nomi delle strade che in alcune situazioni sono anche in lingue sconosciute. In Italia tra l’altro abbiamo l’ulteriore complessità legata alle variazioni dei nomi delle vie (viali, vicoli, corsi etc) e delle piazze (piazzale, largo etc).
2) L’inserimento del numero civico utilizzando la funzionalità del completamento automatico/suggerimenti

Ma mentre il punto 1 può essere risolto in autonomia dall’utente con un po’ di attenzione, il punto 2 mi fa davvero impazzire.

Di seguito è possibile vedere cosa succede quando cerco la via dello studio di massoterapia di mia moglie in “via Durini 15” sulle app di Uber e Here.

Quando seleziono l’indirizzo dai suggerimenti la ricerca viene brutalmente conclusa posizionando il mio pin-point in un punto standard che solitamente è il civico numero 1.
Ma se invece io stessi cercando il numero 299?
In questo caso sarò costretto a tornare indietro per modificare il testo rischiando di invalidarlo, oppure dovrò digitare nuovamente indirizzo e numero civico ignorando i suggerimenti.

Questo è il problema del numero civico nelle app di navigazione.

Nelle scorse settimane ho scoperto che Google Maps ha risolto il problema dei numeri civici in maniera semplice e geniale inserendo un bottone dedicato all’interno della tendina dei suggerimenti.
Nel video che segue un caso d’uso.

Questa soluzione è disponibile sia in casi di disambiguazione quando sono presenti diversi indirizzi, sia quando le lettere digitate sono sufficienti per identificare l’indirizzo corretto. Ecco le due casistiche.

Grazie al nuovo bottone dedicato al numero civico, adesso su Google Maps per cercare “Via Durini 15” mi basta seguire questa semplice procedura:

digitare “dur” > tappare su ” + add street number” > digitare “15” > tappare su invio > visualizzare la posizione esatta!

L’unico miglioramento che potrei suggerire a Google, dopo aver scelto di inserire il numero civico, è sostituire la tastiera completa con la tastiera numerica. Capisco che questo potrebbe causare dei problemi con i subalterni tipo 1/a, 1b etc, ma solitamente la distanza tra questi punti non è tale da causare posizionamenti errati.

Spero di poter riprodurre questa soluzione nei miei prossimi progetti anche se sono sicuro che a breve diventerà uno standard per tutte le app di navigazione. Questo forse ne diminuirà anche il costo di sviluppo, ma nel frattempo non mi resta che ringraziare Google per il suo lavoro.

Leave a Reply